Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Gli spazi di lavoro si sono evoluti: i moderni workplace – business center, hub e centri polifunzionali, incubatori di imprese, centri uffici arredati, acceleratori e così via – rappresentano l’ultima frontiera di uno sviluppo costruttivo che rispecchia un’evoluzione culturale nei tempi e nei modi di lavorare.

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

La creazione di valore nelle imprese è sempre più data dalla combinazione di skills e competenze da cui si possono generare nuove opportunità di collaborazione e sinergie.

Strutture come i business center sono diventati sempre più dei centri polifunzionali dove le aziende utilizzano lo spazio in modo evoluto, utilizzando tutta la flessibilità offerta da tali strutture (durata personalizzata, dimesione variabile degli spazi, servizi inclusi, etc.), ma soprattutto allargando il cerchio della collaborazione e della condivisione di competenze.

L’ambiente di lavoro è divenuto un elemento capace di apportare e/o facilitare innovazioni, vantaggi competitivi e quindi generazione di valore aggiunto alle aziende.

Il modo di lavorare, infatti, è decisamente cambiato da quando notebook, smartphone e tablet costantemente connessi permettono alle persone di lavorare sempre ed dovunque, con una crescente produttività individuale ed aziendale.

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Softwares, app e tecnologie digitali non sono neutrali ma condizionano produttività, scelte spaziali e uso del tempo in ufficio ed a casa. La mutazione del modo di lavorare impatta sulla organizzazione delle aziende, sulla formazione dei lavoratori, sugli immobili aziendali e sulla progettazione di nuovi spazi di lavoro.

Locali ed uffici di proprietà vengono sostituiti da nuovi ambienti finalizzati al networking e al coworking. Combinare e scambiare skills e competenze, fare rete, infatti, è divenuto un vero e proprio vantaggio competitivo per le aziende che sanno approfittarne.

Così locali ed uffici si trasformano sempre più in nuovi spazi di lavoro evoluti ed adeguati ai cambiamenti in atto.
Del resto difficilmente il “luogo di lavoro” può evitare di adeguarsi ai cambiamenti sociali e culturali che l’innovazione digitale induce su ogni aspetto della nostra società.

La stessa organizzazione aziendale si va frammentando e strutturando seguendo logiche simili a quelle delle reti telematiche, permettendo ad ogni nodo/lavoratore/utente di essere collegato agli altri anche in mobilità, creando nuovi organigrammi e nuove politiche organizzative.

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Uffici e locali gerarchici tradizionali sono inadeguati rispetto al nuovo modo di lavorare: uffici tradizionali, spazi tipo call center, uffici o box come come alveari soffocano condivisione e scambio delle informazioni. La collaborazione e le esigenze di socializzazione (interna ed esterna) sono oggi parte essenziale della cultura di ogni impresa. Le aziende come le persone sono ormai attente ed aperte all’uso delle tecnologie interattive e di socializzazione.

Gli spazi di lavoro si evolvono così per supportare lo Smart working, aiutano le imprese a lavorare con tecnologie, servizi e applicazioni sempre più interconnesse.

Lo sviluppo di nuovi progetti ed iniziative imprenditoriali richiede molteplici skills e competenze, e comporta la necessità di lavorare sempre più di frequente in gruppo, il che si traduce in una maggiore integrazione anche dei ruoli professionali destinati a collaborare per raggiungere obiettivi aziendali comuni.

Lavoratori, dipendenti, collaboratori e spesso anche i clienti diventano a tutti gli effetti dei partner che lavorano a obiettivi condivisi.

Così lo spazio di lavoro deve favorire lo scambio di idee, competenze e suggerimenti: sale riunioni, sale caffè, salotti e salottini, anticamere che diventano ambienti in condivisione, attrezzati di sedie e poltrone, panchine.

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo

I vantaggi di lavorare in un centro polifunzionale

La progettazione degli spazi di lavoro va verso la creazione ambienti simili ad ecosistemi, facilitando il movimento delle persone, lo scambio delle idee, per stimolare la conversazione informale e il piacere di lavorare.

Oltre ai locali ed uffici privati e chiusi, che garantiscono il necessario livello di riservatezza, le sale riunioni per meeting con partner, fornitori, colleghi e clienti,sono disponibili ampi spazi comuni che permettono mobilità interna senza arrecare disturbo a coloro che sono concentrati in attività lavorative che richiedono concentrazione ma, nello stesso tempo, generano opportunità di interazioni informali.

La progettazione architettonica dei centri polifunzionali cerca quindi di potenziare per quantità e varietà le aree di incontro, di ristoro e di relax. La soluzione è quello di impostare diversi spazi addetti ai incontri occasionali informali, spazi multiuso che consentono nuove destinazioni d’uso e nuove dimensioni di collaborazione e di scambio, dal tetto terrazzato, al giardino, dalla caffetteria senza personale di servizio alla lounge bar e così via.
Le sale riunioni sono cablate nello stesso modo degli altri posti di lavoro operativi, così possono così essere utilizzate come aree di espansione e/o altri usi.
Spazi ed uffici sono pronti, attrezzati e personalizzabili secondo le esigenze. Al posto di offrire ambienti identici in modalità seriale, è possibile offrire postazioni di lavoro a combinazione variabile, destiabili a uffici direzionali o spazi di coworking, lab o meeting room, open space e uffici mono o pluripostazione, aree di lavoro e di accoglienza, corner, sale eventi, aule.
I centri polifunzionali, i business center divengono così nuovi ecosistemi di networking.
Locali ed uffici tradizionali si aprono così a forme più moderne di team building, divengono strutture studiate per favorire collaborazione e condivisione e, in questo, offrono un vantaggio competitivo dato dal valore aggiunto generato dallo scambio di skills in un ambiente dinamico e attivo nel quale fare impresa e fare rete, entrando in contatto con persone di esperienze e background diversi, scambiandosi idee e opportunità che favoriscono la crescita del business.
La creazione di valore aggiunto, infatti, è dato proprio dallo scambio di skills e competenze da cui si possono generare nuove opportunità di collaborazione e sinergie.
Moderni business center, centri uffici arredati, incubatori, centri polifunzionali sono impegnati nella creazione di un vero e proprio ecosistema per tutti gli ospiti, con l’idea di associare ai vantaggi economici degli spazi condivisi il valore aggiunto della generazione di legami interaziendali con attività di comunicazione social, iniziative di condivisione, eventi periodici, aperitivi di meeting e altro ancora.
Come le tecnologie mobili hanno reso liquido il confine tra vita privata e professionale, i nuovi business center creano mobilità e momenti di svago e di relax. Un caffè, un aperitivo, un evento, un pranzo di lavoro o una riunione possono moltiplicare le occasioni di conoscenza e di scambio da cui si generano nuove occasioni e sinergie.

Centro Il Faro

Keywords: Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo, Lo spazio di lavoro come vantaggio competitivo, hub polifunzionale, centro uffici, centro polifunzionale, affitto ufficio, affitto locale attrezzato.